Raccontami una fiaba


Il progetto “Raccontami una fiaba” ha coinvolto  alcuni genitori della scuola dell’infanzia, appartenenti ad altre culture, con la  rielaborazione di tradizionie e usi dei loro paesi, attraverso lo schema tradizionale della fiaba, intesa come tappa obbligata dello   sviluppo e come possibilità di ancorare affettivamente ed emotivamente l’immaginario del bambino a culture, ambienti e protagonisti lontani. 
Tale progetto, che si inserisce nel più vasto percorso di educazione interculturale, ha avuto inizio il 15 gennaio 2015 e si è concluso il 5 marzo 2015. Otto sono stati gli incontri, con cadenza settimanale che hanno coinvolto tutti i bambini delle tre fasce d’età dopo il momento della merenda, in salone nel grande gruppo.
Ha visto la partecipazione di otto genitori, sei di nazionalità diverse e due genitori di alunni italiani.
I paesi rappresentati sono stati: l’Italia e precisamente la città di Caorle, l’Austria, la Polonia, la Romania, l’Albania, la Colombia e infine l’Australia.
 
 In questi appuntamenti i genitori, sostenuti dalla complicità del personaggio mediatore Boomerang (un pappagallo bianco proveniente dall’Australia ma approdato a Caorle dove ha conosciuto in biblioteca mamme di culture diverse che ha invitato a scuola per far conoscere ai bambini le storie del mondo),  hanno proposto fiabe, leggende, filastrocche, ninne nanne, nella loro lingua d’origine, coinvolgendo i bambini sul  piano dell’ascolto e della  curiosità attraverso anche giochi, girotondi, balli e la conoscenze delle parole gentili nella lingua d’origine.
 

 Le attività proposte sono state precedute da momenti di conoscenza del paese preso in esame attraverso l’utilizzo del planisfero, con la presentazione della bandiera e dei suoi colori, di alcune semplici notizie e curiosità proposte attraverso delle immagini, e attraverso messaggi usciti come per magia dalla valigia di Boomerang.

live football scores oddslot live soccer results

Attraverso questi incontri i bambini hanno potuto apprendere nuove conoscenze geografiche, storiche, culturali e linguistiche, hanno sviluppato capacità comunicative ed espressive aprendosi al piacere di ascoltare ed esplorare il potenziale magico del mondo delle fiabe...